giovedì 17 gennaio 2013

Strilli editoriali

O, più che strilli, delle disperate grida di aiuto provenienti da una cultura agonizzante.
Ecco le frasi con cui si pubblicizzano i libri oggi.

Sono tutte vere, tutte davvero usate come sottotitoli, testi per fascette di libri o semplici frasi promozionali. E provengono tutte dal fantasmagorico sito della Newton Compton (nel caso in cui aveste avuto dubbi).
Tenetevi forte...


- Se è un caso editoriale ci sarà un perché.

- Il libro che tutti vorrebbero possedere.

- Per i lettori che hanno atteso in questi anni un nuovo Nome della rosa, eccoli accontentati.

- La vendetta può essere più frizzante dello champagne.

- Per trovare l'amore basta prenotare il tavolo giusto.

- Una lettura perfetta per chi ama la moda, le storie d'amore che fanno sognare e un pizzico d'ironia.

- Un romanzo indimenticabile sul potere magico dei fiori.

- Una storia vera che ha commosso lettori e librai.

- Non guarderete mai più una vetrina nello stesso modo!

- Se l'amore avesse un profumo, sarebbe Chanel N°5.

- Quale segreto nasconde l'Alfabeto di Erode?

- Un romanzo tutto da gustare.

- Quando la passione brucia, spegnerla è difficile... anche per gli angeli.

- New York, 1920: i vampiri non sono nati ieri.

- Dentro ogni armadio si nasconde un segreto... e uno scheletro!

- L'inferno non è mai stato così attraente.

- Il richiamo del sesso e della luna è irresistibile, se nelle tue vene scorre il sangue dei lupi mannari e dei vampiri.

Ce ne sarebbero state molte altre, ma il giochino alla lunga diventa noioso. Quindi saluto e vado in bagno a vomitare.

_

Nessun commento:

Posta un commento