lunedì 7 gennaio 2013

Concussione di tutti i giorni

Perdonatemi questa divagazione leguleica.
Il reato di concussione, come dice Wikipedia, "consiste nel farsi dare o nel farsi promettere, per sé o per altri, denaro o un altro vantaggio anche non patrimoniale abusando della propria posizione."
Quindi, è concussore il dipendente pubblico che di chiede dei soldi per iscriverti a un concorso al quale dovresti partecipare di diritto, è concussore l'addetto del comune che ti chiede un favore per permetterti di iscrivere tuo figlio all'asilo, è concussore il vigile che chiede il numero di telefono a una bella figliola per far rimuovere l'auto che le impedisce di uscire dal garage.
Ed è concussore il soggetto erogatore di servizio pubblico che ti spinge ad acquistare un suo prodotto in cambio di "scorciatoie" nella fornitura di detto pubblico servizio.
Quindi, per esempio, se chi ha l'incarico di fornire un servizio pubblico favorisse coloro che, per un motivo o per l'altro, sono suoi clienti (spingendo indirettamente i non clienti a diventarlo), sarebbe da considerare un concussore?
Pensateci bene prima di rispondere.
Si tratterebbe di concussione o, semplicemente, di "qui alle poste i nostri correntisti hanno la precedenza su tutti gli altri sfigati"?
_

1 commento:

  1. Che poi mi capita sempre qualche correntista in fila che si incazza per non essere agevolato a dovere.

    RispondiElimina