martedì 28 agosto 2012

E Monitore sia!

E' lei! E' arrivata! E' la bella rivista più bella di tutte le belle riviste! E' quella che tutti aspettavano, l'appuntamento che i lettori di questo blog attendono con più impazienza. (E del resto, è indicativo il fatto che digitando "Il Monitore del Regno della Giustizia" su Google il primo risultato sia Wikipedia e il secondo proprio queste pagine... sì, indicativo del fatto che il Monitore me lo filo solo io. E giustamente, aggiungerei.)
Ma andiamo a spulciare questo numero, titolo per titolo.



Ma no, ragazzi. Si era detto che questo era il nostro terzo obiettivo. Il primo obiettivo era "fuggiamo la grammatica", il secondo "fuggiamo il buonsenso". Vi devo sempre ricordare tutto!


Qui il rammarico per non aver ricevuto il numero precedente è davvero molto. Chissà, magari nella prima puntata oltre a Edy c'erano anche Archimede Pitagorico e Paperoga.

No, non proprio. Ve lo fanno credere che siano i cieli a raccontarla, ma il fatto è che i veri autori si vergognano di tutte quelle panzane che hanno scritto e preferiscono rimanere anonimi. E come dar loro torto? Sono storie che non stanno in piedi!
Daaai! Avete visto com'è bellina?

Fino a "scienza umana" sì, vi seguo. Ma pensando a "scienza divina" mi si attorcigliano tutte le sinapsi. O forse l'ossimoro era voluto, come nel caso del "bella rivista" in apertura di articolo?

Già provato in biblioteca? E al camposanto?
Sì, lo spacciatore. Di oppio dei popoli.

Ooooh, che peccato. E' talmente abbreviata che è già finita!
Alla prossima!
_

Nessun commento:

Posta un commento