martedì 3 gennaio 2012

Il monitore del regno della giustizia

Quale gioia, quale tripudio gastrico rientrare a casa e trovare, nella cassetta delle lettere, la nuova copia di
Certo, si tratta del numero dello scorso settembre ma non si può avere tutto dalla vita, vi pare? Comunque, è un numero molto ricco di argomenti e di suggestioni, e per questo ho deciso di darvene un assaggio proponendovene i titoli e commentandoli. Cominciamo dalla prima pagina:

E tuttavia non scommette alle corse e non va alla Snai. Come si spiega? Mistero della fede!
In basso, sempre in prima pagina, una tenera storia d'amicizia.

Suppongo che i due siano rimasti isolati in mezzo alla neve e che il ragazzo si sia cibato dell'animale per sopravvivere fino all'arrivo dei soccorsi. Potrei essere più preciso, ma non ho alcuna intenzione di leggere l'articolo e questa è l'unica soluzione che mi è venuta in mente.
A pagina 2 troviamo invece:
Ma che domande. Di Superman!
E a seguire:

Eh, davvero, signora mia. E' proprio un brutto mondo!

Ora, sarò puerile io, non lo so... ma posso dire che, anche se la formula della felicità non ce l'ho, questo giochino di commentare i titoli mi ci avvicina molto.
E per finire, giunti in fondo alla quarta e ultima pagina:

Questa la so anch'io: "e vissero tutti felici e contenti". E' la formula standard, ma è, in effetti, proprio la cronaca abbreviata del regno della giustizia. E vissero tutti felici e contenti, sì. Tranne il Monitore, che finisce dritto nel bidone della differenziata.

Nessun commento:

Posta un commento