giovedì 28 ottobre 2010

Lucchesità (parte 4)

Quarta e ultima parte di queste "lucchesità" per segnalare la mia prima (e spero non ultima) collaborazione con la rivista autoprodotta Burp!, che sul n. 5, di cui vedete qui sotto la copertina, ospita un mio racconto inedito. Si intitola Il mare, ieri e si può considerare il mio esordio nella narrativa. ("No, vostro onore, quel romanzo uscito ormai dieci anni fa per fortuna è caduto in prescrizione, non conta!")
Tra l'altro, il numero ospita anche un'intervista al grande Giuseppe Palumbo.

Burp! è una rivista che seguo con affetto fin da quando è nata, e per me è un onore che mi sia stato chiesto di scrivere questo racconto. Tra l'altro si tratta di un'autoproduzione che riesce a vendere un numero di copie impressionante... non è escluso che questo racconto avrà più lettori di certe altre cose che ho pubblicato con case editrici "vere".

Eccovi l'incipit:

– Ehi, Achab! Guardi il mare?
L'uomo scosse la testa, annoiato.
– Non dici niente?
È maleducazione non rispondere, capitano!
– Dai, andiamo via.
– Ci si vede, Achab.
L'uomo
sentì il motore che ripartiva e si allontanava, dietro di lui, fino a perdersi nel respiro delle onde. Vide i riflessi che si facevano più brillanti, il sole che era sceso quasi a pelo d’acqua e lo abbagliava. Pensò che non sarebbe riuscito a tenere gli occhi aperti se non avesse trascorso la sua vita in mare. Soprattutto al mattino, sulle rotte del nord, quando quella palla di fuoco sembrava esplodere sopra e sotto la chiglia. In quei momenti si era abituato alla luce, all’incerto brillio del sole sulla superficie... [continua su Burp! n. 5]

Nessun commento:

Posta un commento