sabato 6 marzo 2010

Benvenuti nella Dittatura 2.0

Nell'editoriale di Internazionale n. 836, in edicola da ieri, il direttore Giovanni De Mauro scrive: "Tecnicamente si può già parlare di dittatura. Forse non ce ne siamo ancora accorti perché siamo abituati ai colonnelli greci o alla giunta militare cilena. Ma quello che conta è la sostanza, non la forma." (Il testo completo lo potete leggere sul sito della rivista.) Oggi il Presidente della Repubblica ha firmato il decreto legge che riammette alle prossime elezioni regionali alcune liste (legate al partito di governo) che, secondo la legislazione vigente fino a ieri, avrebbero dovuto essere escluse. Una legge il cui unico scopo è quello di rendere legale un abuso, atto al quale il nostro governo non è certo nuovo.
E' una dittatura che le armi non le impugna, ma che ha mezzi molto più efficaci per imporsi. Se volete, ci vediamo a Piazzale Loreto.

(Il disegno in alto è stato rubato a Davide La Rosa. La foto no.)
_

Nessun commento:

Posta un commento