martedì 15 dicembre 2009

Elseworlds...

Terra alternativa n. 1: Esiste un mondo, parallelo al nostro, con una strana tradizione. Il Messia di questo pianeta è morto sbudellato, e oggi in tutti gli edifici pubblici è obbligatorio tenere appese delle frattaglie fresche di giornata. Nella scala sociale, i macellai sono secondi solo ai sacerdoti.

Terra alternativa n. 2: Esiste un mondo parallelo in cui, circa duemila anni fa, è arrivato il Salvatore. Non ha salvato un bel niente, ma in compenso è riuscito a farsi bruciare vivo. Da quando negli edifici pubblici è obbligatorio tenere un'immagine del Messia al momento del suo martirio, e quindi arso da una bella fiamma viva, le bollette del gas della pubblica amministrazione hanno subito un discreto aumento.

Terra alternativa numero 3: Esiste un mondo parallelo in cui i Vangeli narrano la storia di un Messia che venne decapitato e poi squartato: gli legarono mani e piedi a quattro cavalli e poi via, al galoppo spaccandone il corpo in altri quattro pezzi. Da quando negli edifici pubblici è diventato obbligatorio appendere un'immagine del supplizio (con la tradizione che vuole un pezzo per ogni singola parete), gli architetti hanno iniziato a scervellarsi per realizzare stanze pentagonali.

Meno male che il nostro è morto sulla croce.
_

1 commento:

  1. Uno! Uno! Uno! Quando ero bambina sognavo di fare la macellaia!

    RispondiElimina