lunedì 19 ottobre 2009

Parlando con Andreotti

Riprendendo il discorso dell'ultimo post, c'è da dire che dopo l'incontro siamo stati invitati a un lauto buffet. E in quell'occasione ho avuto modo di scambiare una battuta con il qui di fianco.
- Pensi senatore... mi hanno chiamato qui perché ho fatto un libro contro la criminalità organizzata...
- Complimenti...
- Io vengo, e scopro che in questa occasione premiano uno come lei... non lo trova surreale?
- Dicono di me che ho un grande senso dell'umorismo. Ma lo vede che anche il caso non scherza?
Dopodiché il senatore ha voltato le spalle e si è allontanato con un sorriso furbetto.







D'accordo, questa scena non ha mai avuto luogo. Ma avrebbe potuto, no?

Nessun commento:

Posta un commento