domenica 21 giugno 2009

E liberaci dal male

L'ha detto anche il papa, che Francesco Forgione (in arte Padre Pio) è stato un grande tra i grandi. Secondo le parole del pontefice «la vera lotta, il combattimento radicale Padre Pio ha dovuto sostenerli non contro nemici terreni, bensì contro lo spirito del male. Le più grandi tempeste che lo minacciavano erano gli assalti del diavolo, dai quali egli si difese con l'armatura di Dio con lo scudo della fede e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio.»
Parole che ci sembrano limitative pensando alle grandi imprese del sant'uomo. Il Grande Ratzinga si è infatti scordato di citare gli indimenticabili exploit del buon Pio, di quando si sostituì a Reed Richards riuscendo a rimandare Galactus da dove era venuto grazie a un crocifisso (una replica, giacché qualche anno prima il buon fratino aveva già compiuto un'impresa simile lottando con Zora la vampira), o di quando al grido di Cowabonga e indossando un ingombrante guscio da tartaruga contribuì alla sconfitta del diabolico Shredder (si narra, tra l'altro, che il Forgione abbia ricevuto i propri superpoteri da santo proprio entrando in contatto con un liquido radiattivo nelle fogne di New York).
Mille altre sarebbero le imprese degne di segnalazione, ma la chiudiamo qui. Ognuno di noi, dentro di sé, conosce il valore di quest'uomo. Se proprio devo fare una confessione, però, a me Padre Pio piaceva di più con il vecchio costume, quello che aveva prima della Rinascita degli Eroi.

2 commenti:

  1. te l'appoggio! le vesti del grande super-eroe non gli si addice molto... Solo il Grande Ratzinga poteva essere così... così... vabbé ci siamo capiti!

    RispondiElimina
  2. Cowabonga?
    Sarà il mio nuovo grido di battaglia!
    (solo per oggi)

    RispondiElimina